vibratori anali

Tutto sui vibratori anali

I vibratori anali sono un tipo di sex toys che riesce a offrire diversi momenti di piacere grazie ai quali, tale categoria di articolo ha ottenuto un riscontro molto positivo da parte degli utilizzatori.
Vediamo ora tutto quello che bisogna conoscere di questo genere di strumento.

Cosa sono i vibratori anali

I vibratori anali, conosciuti anche come anal dildo, sono sex toy che, come suggerisce il nome, devono essere utilizzati nella cavità anale.
Questi strumenti hanno diversi scopi tra i quali spicca ovviamente quello di aumentare il livello di goduria che, gli utilizzatori, andranno a provare.

Si tratta di un articolo studiato appositamente per rendere il rapporto sessuale maggiormente intenso e allo stesso tempo per dare libero sfogo alle proprie fantasie sessuali senza alcun tipo di limite particolare.

Lo scopo dei vibratori anali

vibratori anali uomo

Questi articoli hanno molteplici scopi e come facilmente intuibile e come spiegato prima, questo genere di articolo viene sfruttato per amplificare il piacere sessuale.
Durante il rapporto, infatti, questo strumento viene utilizzato per fare in modo che un preliminare, così come la penetrazione, possa essere maggiormente intensa e soprattutto sia in grado di offrire uno stimolo ulteriore che si tramuta in goduria.

Altro scopo è quello di stimolare l’ano di chi sfrutta questo vibratore e fare in modo che la cavità possa offrire una sensazione di piacere maggiore durante la penetrazione, mettendo da parte il dolore.
Si tratta quindi di uno scopo utile per evitare delle sensazioni spiacevoli che potrebbero essere causa del termine prematuro del rapporto.

Inoltre i vibratori anali possono essere utilizzati anche dagli uomini e in questo caso si tratta di un’utilità salutare dato che questo genere di articolo viene sfruttato per stimolare la prostata dell’uomo.
Pertanto questo sex toy ha una funzione molteplice che riesce a offrire diverse sensazioni positive e prive di piccole, ma pur sempre fastidiose, controindicazioni.

Quali sono i materiali dei dildo vibranti anali

I vibratori per l’ano vengono realizzati con materiali differenti a seconda del modello.
Quello principale è rappresentato dal silicone, che viene attentamente lavorato in modo tale da offrire il massimo livello di sicurezza sia durante che dopo l’utilizzo, prevenendo quindi irritazioni di ogni genere.
Un altro materiale che può caratterizzare questo tipo di strumento è la ceramica, che risulta essere maggiormente leggera e soprattutto in grado di stimolare ulteriormente l’ano di chi utilizza questo tipo di articolo.

In aggiunta occorre anche menzionare la cyber skin, ovvero un materiale sintetico che permette di riprodurre le venature del pene offrendo l’occasione di simulare completamente l’atto della penetrazione.
Esistono poi vibratori con svariati programmi di velocità e dimensioni, che potranno essere selezionate in base al tipo di sensazione che si vuole provare durante l’utilizzo dello stesso articolo.

Da chi viene sfruttato il vibratore anale

 

Il vibratore anale è un articolo che viene sfruttato principalmente dalle donne, sia etero che omosessuali.
Nel primo caso questo strumento viene sfruttato per fare in modo che sia la vagina che l’ano vengano stimolati completamente mentre, nel secondo, l’articolo viene sfruttato per simulare la penetrazione anale.

Anche gli uomini sfruttano questo tipo di articolo sia per stimolare la prostata che per poter provare delle piacevoli sensazioni quando si consumano rapporti particolari con partner di sesso femminile che amano sottomettere in maniera completa il proprio uomo.

Pertanto coppie omosessuali di sesso femminile e quelle etero trovano questo sex toy un vero e proprio alleato in grado di offrire loro l’occasione di godere maggiormente mentre si consuma un rapporto.
Inoltre anche le singole persone di entrambi i sessi e orientamenti sessuali utilizza questo genere di articolo, accompagnandolo generalmente dalla masturbazione, che provoca un orgasmo maggiormente intenso visto lo stimolo continuo dell’ano, che troppo spesso non viene considerato durante il rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *