Rimedi ai capelli bianchi: quando iniziare a colorarli

So molto bene,  però, che scegliere la colorazione giusta non è la cosa più semplice del mondo per le donne che sono alle prese con i primi capelli bianchi.

Ecco quindi che vi fornisco i miei consigli sperando di aiutarvi! Quello che io suggerisco alle clienti che si rivolgono a me chiedendomi qual è il colore di capelli più adatto e meno invasivo da applicare sui capelli che hanno iniziato ad “ospitare” i primi capelli bianchi io consiglio di iniziare con dei riflessanti.

I riflessanti per capelli sono dei prodotti diretti, che non si miscelano quindi con altri prodotti, e coprono i capelli bianchi  fino ad un 20-30%.

Il riflessante non ha potere schiarente e si scarica progressivamente. E’ simile all’hennè ma a differenza di quest’ultimo è più pratico e la gamma di colori è molto più ampia.

Per tutti coloro che invece hanno una percentuale di bianchi più alta, o hanno una presenza di capelli bianchi più concentrata in un preciso punto, consiglio di passare ad una colorazione tono su tono.

La colorazione di capelli tono su tono è quella che preferisco in assoluto!!! :) Anche questo tipo di tinta non ha potere schiarente, il che significa che non si diventa “schiavi” della colorazione per capelli, dona lucentezza ai capelli e grazie alle sue numerose nuance soddisfa le esigenze e i gusti di molte donne.

Io ritengo che la colorazione di capelli tono su tono sia la soluzione più adatta a tutte le donne che vogliono un rimedio non invasivo per la comparsa dei capelli bianchi e che le possa accompagnare per molti anni!

Ultimo consiglio: vi ricordo che l’azione più sbagliata quando si iniziano ad intravedere i primi capelli bianchi è quella di staccarseli! Se un capello bianco viene rimosso al suo posto ne crescono altri 5:(

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *