IRAP cos’è e come si calcola

L’acronimo di IRAP è Imposta Regionale sulle Attività Produttive ed è un’imposta locale applicata alle attività produttive esercitate in ciascuna regione. Dunque l’IRAP viene pagata da chi svolge attività d’impresa e non dalle persone fisiche. L’IRAP viene interamente devoluto agli enti regionali in cui l’impresa ha sede. Sono soggetti all’imposta dell’IRAP aziende, enti o liberi professionisti, anche se non esercitano attività commerciale, comprese Pubbliche Amministrazioni e produttori agricoli che però possono, in alcuni casi, essere esonerati dal pagamento dell’imposta.

IRAP: COME SI CALCOLA

Per il calcolo dell’IRAP bisogna determinare il guadagno dell’anno di riferimento, vanno dunque sottratti i costi da quelli che sono i ricavi dell’esercizio per determinare il valore netto di produzione. Va tenuto conto che la base imponibile dell’IRAP non prevede costi del lavoro deducibili. Calcolato questo si avrà il valore lordo di imposta su cui verrà calcolato l’IRAP che ha un’aliquota del 3,9%. Non bisogna però stupirsi se l’aliquota è superiore poiché le regioni hanno facoltà di maggiorare l’aliquota anche di un punto percentuale e di far distinzione tra le varie categorie di contribuenti e settori di attività.

IRAP: COME SI VERSA

Chi è tenuto a versare l’IRAP deve procedere al pagamento del saldo dell’imposta relativa all’anno precedente e dell’acconto dell’anno in corso. L’acconto è pari al 99%, ossia calcolato il 3,9% si calcola sulla somma ottenuta il 99% che viene corrisposto in due rate cosi composte: il 40% dell’acconto complessivo dovuto se è superiore a 103,00 euro e il 60% dell’acconto complessivo o dell’intero acconto se l’importo della prima rata non ha superato i 103,00. Il saldo IRAP, ovvero l’1% dovuto per l’anno precedente va versato entro il 16 giugno o entro il 16 luglio maggiorato del 0,40%. Gli acconti entro il 16 giugno (o il 16 luglio sempre con maggiorazione del 0,40%) e il secondo acconto Irap entro il 30 Novembre.

Fonte: IRAP definizione e come si calcola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *