Quali tipi di caschi moto esistono?

In questa breve guida, dedicata agli amanti delle due ruote, vi parlerò di un dispositivo molto importante per la sicurezza vostra e di chi viaggia con voi, il casco, utilizzate questa guida, prima di recarvi nei negozi di caschi moto per acquistarne uno.

Nelle righe che seguiranno vi illustrerò brevemente quali sono le sue funzioni e le sue caratteristiche principali. Dopodiché vi illustrerò le diverse tipologie di casco disponibili sul mercato: integrali, da cross, apribili, a jet.

Il casco nasce agli inizi del Novecento, ma non era molto protettivo, dato che era costruito interamente in cuoio.

Continua a leggere Quali tipi di caschi moto esistono?

Abbigliamento intramontabile

La storia dell’abbigliamento è in costante evoluzione modificandosi ed adattandosi alle mode del momento che da sempre ne segnano i cambiamenti. Epoca dopo epoca l’abbigliamento sia maschile che femminile ha subito trasformazioni via via sempre piu’ importanti per arrivare, attraverso varie evoluzioni, all’abbigliamento con le caratteristiche di questa epoca. Alcuni capi invece hanno la caratteristica di essere rimasti invariati nel tempo e per questo sono diventati intramontabili come ad esempio i jeans; di questi e non solo di questi parleremo nei capitoli successivi.

I BLUE JEANS

Nati nel 1871 e brevettati nel 1873 da Levi Strauss, uno degli storici marchi insieme a Lee e Wrangler i blue jeans devono il loro successo all’indistruttibile denim la tela di nimes, (da qui la contrazione denim) con la quale sono fatti. In origine erano nati , nel tradizionale modello a cinque tasche e rivetti di metallo, come indumenti da lavoro , poichè praticamente indistruttibili, ma con il passare degli anni il fascino dei blue jeans ha colpito intere generazioni. Il blue jeans è anche stato immortalato in alcune pellicole cinematografiche, indossato da James Dean in gioventu’ bruciata e da Marlon Brando in Fronte del porto, ormai il jeans, diventato nel frattempo anche unisex, è usato praticamente in ogni occasione ed ha perso la fama di capo da lavoro per acquisire quella di capo passepartout che si presta ad essere indossato in ogni occasione.

Il Loden

Un capo che è rimasto intatto nel corso del tempo è il loden. Le sue origini sembrerebbero risalire addirittura al medio evo, quando gli abitanti di quello che è l’attuale Alto Adige per contrastare il freddo iniziarono a tessere e infeltrire il panno di lana che restando invariato nel corso dei secoli avrebbe dato vita al loden; in tirolese infatti loden significa ispido e peloso, proprio le caratteristiche che anche oggi ritroviamo in questo capo capace oltre che scaldare anche di impedire il passaggio del vento. Inizialmente il colore del panno loden era quello del grigio naturale della lana, la variante di colore verde che ancora oggi ritroviamo nel cappotto loden avvenne in seguito, quando il loden venne utilizzato anche dai nobili durante le battute di caccia e il verde era il colore ideale per mimetizzarsi nella foresta.

Biancheria intima femminile

L’intimo donna o lingerie è quell’insieme di indumenti che vengono indossati sotto i vestiti. La storia parla già degli egizi che facevano l’uso di indumenti intimi, le donne nobili indossavano a contatto con la pelle delle tuniche e poi i romani che avevano una vasta gamma di indumenti intimi, solo le matrone e i senatori non la indossavano. Nel corso del tempo l’intimo donna si è evoluto seguendo anche la moda. Uno dei pezzi che ha fatto la storia dell’intimo donna e ancora oggi esiste è il corsetto. Nato per modellare le forme del corpo si è diffuso nell’Europa dal XVI secolo anche se le prime tracce si trovano in rappresentazioni di donne cretesi quindi intorno al 2000 a.c..

INTIMO FEMMINILE: DAL CORSETTO AL CATSUIT

Uno dei pezzi di intimo femminile che ha attraversato i secoli è appunto il corsetto, si è evoluto nel tempo, seguendo la moda. Ancora oggi lo troviamo nei negozi di intimo, la strada che ha percorso questo indumento intimo da donna è lunga e nel corso dell’ultimo secolo l’intimo donna ha preso forme anche sexy, la catsuit è infatti una tuta molto aderente, può essere in pizzo o in altri materiali, una delle donne più famose che indossa una catsuit è Catwoman, celebre personaggio dei fumetti.

INTIMO DONNA: GLI INDISPENSABILI

Sicuramente non tutte le donne come intimo hanno corsetti e catsuit, i pezzi indispensabili sono sicuramente reggiseni, mutandine e calze. L’evoluzione ha fatto si che i reggiseni per esempio, assumessero forme comode, e oggi li troviamo push up, sportivi, senza cuciture, a brassiere insomma un tipo per ogni esigenza. Anche per le mutandine si ha una selta ampia, dal tanga al perizoma dalla culotte alla più classica mutandina. Sicuramente una parte di rilievo nell’intimo femminile ci sono le calze, dal classico collant alle autoreggenti, con la riga dietro che dona quel tocco di eleganza di altri tempi fino a quelle da indossare con il reggicalze.

Articolo informativo offerto gratuitamente da:

Baronionline

Via Mazzini, 83

25020 – Alfianello, Brescia

Tel 030 9305951

P.IVA 00710520982

Camicie maschili: Origine e storia

CAMICIE UOMO: ORIGINI E STORIA

Le camicie da uomo sono considerate i capo principale e piu’ importante nell’abbigliamento maschile. Nel corso dei secoli hanno subito tantissime evoluzioni prima di arrivare ai modelli dei giorni nostri. Le prime, rudimentali camicie da uomo erano composte solo da due rettangoli cuciti sulle spalle e sui due lati ed erano già usate dagli antichi romani. Sicuramente pochi sanno che le camicie da uomo nascono come indumento intimo, generalmente utilizzate per essere indossate durante il bagno oppure come indumento a protezione della pelle e sopra il quale indossare poi i vestiti veri e propri, anche la forma non era quella oggi conosciuta, le camicie da uomo erano tagliate a forma di T e le maniche arrivavano a coprire solo la metà delle braccia.

CAMICIE UOMO: DAL MEDIOEVO AL RINASCIMENTO

Con l’avvento delle Crociate le camicie da uomo, che avevano anche il romantico uso di essere donate come pegno d’amore, inizieranno ad assumere un abbozzo della forma che oggi conosciamo, poichè iniziarono le importazioni del camis, un capo indossato in medio Oriente che presentava già le maniche tagliate e cucite separatamente. La storia delle camicie da uomo nel rinascimento vede il diffondersi di una camicia di origine spagnola, la gorgiera, che era anche simbolo di potere e ricchezza, caratterizzata da uno scomodo colletto, realizzato perlopiu’ in lino o merletto, a ruota molto arricciato.

CAMICIE UOMO: DALL’OTTOCENTO AD OGGI

Abbandonate le scomode gorgiere, sostituite da piu’ morbidi pizzi e jabots le camicie uomo cominciano una serie di trasformazioni che le porteranno via via ad essere il capo elegante che oggi conosciamo, cominciando dalla forma del colletto che per arrivare a quello che conosciamo passa anche per il colletto staccato, insieme ai polsini, dalla camicia. Un cambiemento c’è stato anche nei tessuti e nei colori, infatti hanno fatto la loro comparsa le prime camicie da uomo a colori da indossare con abiti sportivi, e negli anni a venire ,anche senza giacca; per le camicie da uomo sono stati utilizzati anche la flanella ed il jeans per abiti informali e sportivi.

Fonte:

Camicie Italia
Via della Pace, n°7 | 94010 Assoro (EN) Italia
Tel: 0935667322 (due linee) | Fax: 0935620847

INTIMO UOMO: I TESSUTI , I COLORI

Nel settore dell’intimo uomo sono stati utilizzati  nel corso degli anni diversi tipi di tessuto, a cominciare dal lino ma  il principale  tessuto usato è stato il cotone  nelle sue versioni di ritorto e  elasticizzato;  tuttavia  con l’avvento delle fibre sintetiche si è assistito anche all’utilizzo di fibre  artificiali come la Lycra e  similari che garantiscono una vestibilità perfetta senza rinunciare al comfort. Per ‘intimo uomo  generalmente  sono sempre stati utilizzati il colori tradizionali  cioè il bianco ed il nero,  tuttavia  a partire dagli anni cinquanta timidamente sono apparse le prime varianti di colore che  all’epoca erano principalmente il beige e l’azzurro per arrivare poi ai giorni nostri dove ormai anche nell’intimo uomo è possibile trovare colori vivaci come il  giallo, il verde ed altri colori; colori disponibili sia nelle tonalità normali che  nelle versioni fluo.

 INTIMO UOMO:  I BRAND PIU’ FAMOSI

Nel settore dell’intimo uomo abbiamo assistito negli ultimi anni all’escalation di alcuni prodotti, ci riferiamo  in particolare   al sorpasso del gradimento del pubblico  effettuato dai boxer nei confronti dello slip, ma anche all’affermazione nel settore dell’intimo uomo di alcuni brand  già affermati nell’ambiente della moda.Il brand piu’ rappresentativo in questo caso è senza dubbio  Calvin Klein, i suoi boxer ormai non sono solo sinonimo di  qualità e confort ma  sono diventati un must di stile. Altri brand famosi sono Everlast, il primo a lanciare sul mercato i boxer, e i marchi  Olaf Benz e  Manstore che hanno proposto una versione piu’ corta del boxer tradizionale.

INTIMO UOMO: ALTRI CAPI  DI  ABBIGLIAMENTO

Oltre agli slip, ai boxer ed alle canottiere  possiamo anche considerare appartenenti alla categoria dell’intimo uomo anche  le calze ed i pigiami entrambi nelle numerose varianti presenti oggi sul mercato; per le calze esistono varianti   sia corte che lunghe , tradizionali in filo di scozia o sportive in spugna di cotone. Per  quanto riguarda  i pigiami  andiamo dal tradizionale pigiama lungo  con pantalone in versione stretta o larga al recente  ed attuale pigiama nella versione estiva con la giacca sostituita da  una maglietta ed il pantalone che diventa un pantaloncino corto o un bermuda.

Baronionline
Via Mazzini, 83
25020 – Alfianello, Brescia
Tel 030 9305951
P.IVA 00710520982